PANDORA: Rivista di Teoria Politica

https://www.pandorarivista.it/articoli/sharing-economy-mario-maggioni/

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

INTERESSANTI INTERVISTE

https://d.repubblica.it/magazine/2018/02/16/news/laura_dodsworth_fotografa_manhood_the_bare_reality_libro-3864780/

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Curiosità

http://www.ilpost.it/2018/02/16/migliori-copertine-2017-tempo-di-libri/

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ARGUTA ANALISI DELL’INDIVIDUO E DELLA SOCIETÀ

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Vi propongo un “vecchio” mio intervento su un bel libro di NADIA TERRANOVA, Gli anni al contrario, Einaudi

978880621731gra--1-10

Il profumo del fiore di libertà, gli effluvi della persona, del ruolo del padre si espandono in ogni pagina del romanzo di Nadia Terranova, “Gli anni al contrario“. Incombe la storia: il periodo che procede dal governo di Aldo Moro, all’arresto, all’uccisione sino alla caduta del muro di Berlino, inoppugnabili verità di un’altra particolare narrazione, quali quelle di Giovanni e Aurora, due giovani desiderosi di impugnare la libertà. Si innamorano, scoprono in questo amore la possibilità del riscatto, del compromesso: Giovanni, figlio di un comunista e Aurora, figlia un fascista. Si illudono che tutto possa cambiare in meglio, possa essere possibile una rivoluzione culturale, sociale, ma il corso della Storia della vita dimostrerà che la loro è forse una fantasticheria. È un romanzo di grande appiglio emotivo. Nadia Terranova racconta con disinvoltura una storia che imprime a fuoco il destino di una vita, la scelta quale essa sia, i due giovani la impugneranno ricchi di speranza e di fiducia. Si legge, pagina dopo pagina, avidamente, e poi una pausa, la necessità di tirare il fiato, e dunque continuare: un uomo, una donna, una figlia e poi da un lato Aurora desiderosa di una laurea, di un lavoro, di felicità e Giovanni, la cui esistenza lentamente sarà consumata dall’arrogante e presuntuosa voglia di libertà, il fato sceglierà per lui.

Si intravede un’ossessionata affermazione del ruolo del padre, un bisogno di esserci in qualunque modo. C’è un bellissimo e delicato rapporto tra Marta, figlia di Giovanni, e lo stesso. “Gli anni al contrario” è un bel racconto che fa crescere e tornare bambini al contempo. Leggerezza e gravosità, gioia e dolore, felicità e lutto esplodono, contrapponendosi sino ad una quieta e pacata conclusione. La fine e un nuovo inizio, così questo romanzo sembra non concludersi, nella descrizione magistrale di Nadia Terranova. I contrari: Sud e Nord, uomo e donna si conciliano e poi conseguentemente di nuovo si oppongono; una diade che interseca il libro con prepotenza, alternandosi per mezzo di individualità differenti. L’emozionante racconto è per l’appunto ambientato in Sicilia, tra i due mari, nella bellissima Messina, e a Milano, in mezzo a un prologo e un epilogo di evidente enfasi. Si alternano le stagioni come il tempo che regola l’esistenza delle famiglie dei Silini e dei Santatorre, legandole a un sottile filo di speranza per un arrivo costante di primavera.

Pertanto, si legge: “Accadde in una giornata qualsiasi, senza un dettaglio o un motivo evidente, senza neanche un particolare buono per un retroscena. Poco prima di bucarsi Giovanni ripensò all’estate del Settantasette, agli sguardi bramosi delle turiste, all’energia riposta nel riprendere l’università insieme ad Aurora”. (p. 76). Ecco, si comprende come la libertà sia faticosa, così anche la responsabilità di compiere delle scelte e la coerenza di portarle avanti, senza sfuggirle; lo sanno bene Giovanni e Aurora, i quali impareranno a loro malgrado ad amare.
Stupirà il ruolo di Marta, coinvolgente il linguaggio e il modo adottato dall’autrice Terranova che sembra voglia evidenziare quanto sia importante il ruolo del figlio in una famiglia, e quanto lo siano il dialogo e la comprensione, e senza rancori la storia si dipinge in toccanti incontri e scontri generazionali di ceti sociali differenti. È evidente la tenacia, una caratteristica della volontà, nella trama del romanzo, e persino la debolezza verso una vita, contro la quale non ci si può opporre, per evitare di rimanerne invischiati. “Gli anni al contrario” – primo romanzo scritto da Nadia Terranova – è una storia ad alta densità emotiva, nella quale si intravedono, ahimè, le stesse dinamiche logico-esistenziali di quegli anni ’70 come negli attuali, forse con modalità più evolute.

 

di Alessandra Peluso,

in http://www.affaritaliani.it/libri-editori/arriva-per-einaudi-gli-anni-al-contrario-la-recensione.html, http://www.einaudi.it/speciali/Nadia-Terranova-Gli-anni-al-contrario

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

DA OGGI IN LIBRERIA!

Dal 15 febbraio in libreria

PROSECCO CONNECTION di Fulvio Luna Romero

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Qualcuno ha teso una trappola a Carlo Caccia, l’investigatore privato con un debole per i bei vestiti, le cravatte e gli orologi costosi. Durante un appostamento, il fido Zottarelli, il suo braccio destro, viene incastrato e anche la sua segretaria ci andrà di mezzo.
Un pantano da cui è difficile uscire senza invischiarsi sempre più in profondità, come in una pozza di pece calda. Ci sono dentro tutti, perfino un colonnello della Guardia di Finanza. Chi inizia a indagare sparisce o viene trasferito d’ufficio.
Tutto avviene nel nord-est, flagellato dalla crisi, dove all’ombra delle rigogliose colline del prosecco si muovono interessi più grandi che coinvolgono anche la ‘ndrangheta.
Un giallo al cardiopalma in cui si muovono personaggi delineati a tutto tondo, tra cui spicca l’avvocato che tutti vorremmo avere per difenderci: Immacolata Calcaterra, meglio conosciuta come “Satana”. Caccia dovrà perdere tutto, anche la sua perfetta rasatura per risolvere il suo caso più difficile. L’oro del nord-est, quel prosecco che il mondo ci invidia, fa gola a tanti, a troppi.
Prosecco Connection ha vinto la seconda edizione del premio NebbiaGialla per romanzi inediti. Toni da hard-boiled con un montaggio cinematografico caratterizzano il romanzo di Fulvio Luna Romero che inaugura la nuova serie di “Calibro 9 – Gialli & Noir”, la collana di romanzi noir edita da Laurana Editore che si affianca alla prima serie, edita con il marchio Novecento Editore.

«La collana Calibro 9 diventa grande. Fa un passo avanti, ha consolidato alcuni obiettivi, tra cui quello di diventare sin da subito un punto di riferimento nel mondo del noir per gli appassionati. Adesso cambia marchio e cambia formato, non più un formato da pulp fiction ma uno più ricco, più bello, più prestigioso, da conservare con orgoglio tra gli scaffali della propria libreria. Inoltre, omaggiando la storica vocazione di ‘Calibro 9’ ad essere punto di riferimento dei giallisti di tutta Italia, non confinandosi solo nella storica scuola del giallo milanese, la nuova serie continuerà il processo di esplorazione della provincia italiana, senza limitarsi alla sola metropoli milanese».

Lillo Garlisi, direttore editoriale Laurana Editore

 

L’AUTORE

Fulvio Luna Romero nasce a Treviso nel 1977, città dove tuttora vive con la famiglia dopo essersi spostato per gran parte del nord-est. Nella vita di tutti i giorni si occupa di gestione delle risorse umane. Suona con una rock band, divide il tempo libero tra la moglie Paola e il figlio Nicolò, la corsa e la moto.
Dal 2004 racconta il nord-est attraverso gli occhi dell’investigatore privato Carlo Caccia

LA COLONNA SONORA
https://open.spotify.com/user/1172209088/playlist/4NDWhlRhyXFZLFYdGV77Vj
COLLANA: CALIBRO 9
pp. 240 – € 14,90 – ISBN 978-88-98451-90-6

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ISAC SINGER

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/unlibroalgiorno/2018/02/13/singer-inedito-e-scandaloso_9791988a-6173-440e-bfe8-08e1a29f2a5a.html

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

CINEMA E ARTE

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/2018/02/12/caravaggio-rock-con-voce-di-m.-agnelli_872b1d02-e9fb-49c2-a0d1-d63805be8be1.html

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Presentazione di “STRANO VIRUS IL PENSIERO”, di LIDIA SELLA – MILANO

LOCANDINA-SELLA.jpg

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento