Mal di giardino, di Franco Botta e Giuseppe Caccavale, Progedit 2016

maldigiardino

Miki De Ruvo presenta Mal di giardino. Natura e arte del verde (Progedit), di Franco Botta e Giuseppe Caccavale, al Sovereto Festival, sabato 30 luglio alle ore 19.00, a Sovereto, frazione di Terlizzi (Ba).
Sarà presente Franco Botta, autore.

Il libro

Una nuova collana: Tempi liberi

La nuova collana ospita volumi dedicati alle modalità, alle culture, ai campi d’interesse che caratterizzano l’impiego del tempo libero: un ventaglio multiforme di scelte e di impegni nei quali condensiamo attitudini, competenze, piaceri. L’altra dimensione del nostro essere e trascorrere sulla Terra, l’occhio attento alla natura, alle cose, agli uomini.

Vi è ancora spazio per progettare, costruire e vivere i giardini? E a quali stili di vita e sentimenti dovrebbero essere ispirati?
E quando un qualsiasi ammasso rigoglioso di piante, anche quelli che prima avremmo giudicati confusi e sgraziati, viene accettato senza discussione, quale può essere il compito di un giardiniere? Pensiamo davvero che egli possa essere solo un osservatore e un custode della natura o abbiamo bisogno ancora di avere dei giardini, ma costruiti nel dialogo tra la Natura, le cose e gli uomini?
A lungo i giardini sono stati luoghi nei quali l’uomo ha combattuto la sua battaglia contro la “natura selvaggia”. Possono, invece, diventare spazi nei quali i due contendenti giocano insieme per creare “altre nature”?
Sono alcuni degli interrogativi che questo libro solleva, sollecitando risposte in un’era nella quale occorre prendersi cura del mondo e dei giardini. Questi devono diventare luoghi di incontro e di sperimentazione, laboratori per mettere in scena altri spettacoli, per non ripetere solo quello che la natura crea spontaneamente.
Il libro è composto di parole e di disegni, ma questi ultimi non vogliono illustrare le prime. Il lettore è invitato dunque a leggere le parole facendo emergere le immagini che contengono e a scovare le parole che le immagini contengono. Il volume è un invito a pensare che siamo il giardino e il giardiniere di noi allo stesso tempo, un invito quindi a prendersi cura di noi e della Terra.

L’autore

Di Franco Botta – economista adriatico appassionato di giardini – si segnalano: A che serve un giardino? / What Is a Garden For? (Edizioni dal Sud 2004), Lezioni per l’Adriatico (FrancoAngeli 2010) e L’arte dell’imprudenza. Dialoghi e lettere segrete (Progedit 2015).

Giuseppe Caccavale é nato ad Afragola (Na). Vive tra Parigi e Bari, é artista e professore. Insegna Arti Murali e Disegno all’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi.

 

Annunci

Informazioni su alepeluso

Laureata in filosofia - Dottore di ricerca in Scienze bioetico-giuridiche - poeta - critico letterario - correttore di bozze - editor - edonista - alla ricerca continua della verità. Amante del sapere, della vita, della poesia.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...