Carolina e le altre, di Sandro Merz, Novecento Editore

NOVECENTO - Verusu - 013 - Carolina e le altrecopertina_disco_inferno4:Layout 1.qxd

 

Disponibile in tutte le librerie

CAROLINA E LE ALTRE
di Sandro Merz

«Non so se sia più abietto il vizio o rivolgersi a un medico per curarlo. Per difendersi dalle emozioni può bastare un’armatura di acciaio, come quelle che i rigattieri vendono a buon prezzo, e, nei casi più gravi, può andar bene il manganello del poliziotto, rivestito di gomma ma con l’anima di ferro. Purtroppo acciaio e ferro non giovano contro una calamita. Sono infinite le cose che subiamo, anche quelle piacevoli».

IL LIBRO
Nuovi amori per Zerm in un rocambolesco giro del mondo che lo porterà da Padova a Caracas e poi da Las Vegas sino all’isola di Cuba, sempre in fuga con il cuore rapito da Olga, Lena, Caterina, Sabrina, Valentina, Regina e infine dalla bella Carolina, l’unica che forse potrebbe guarirlo.
Donne che lo incantano e lo irretiscono senza possibilità di fuga perché nella vita di Zerm sono sempre i sentimenti a prevalere sulla ragione, soprattutto di notte quando le ombre sono tutte uguali.
Ha mano felice Sandro Merz a disegnare scenari e viaggi intercontinentali, tra fughe e diavoli custodi, servizi segreti, contrabbandieri, zie, nonne e nipoti e piccoli omicidi in famiglia. Un po’ uomo di legge, un po’ avventuriero come il più scalcagnato degli aspiranti 007. Un divertimento letterario malinconico e ispirato per un romanzo che si legge con il sorriso amaro che si riserva a un amore vissuto in gioventù e diventato presto pietra di paragone per tutte le nostre storie future. Non a caso il protagonista, Alessandro Zerm, non fa mai quello che fanno gli altri e Sandro Merz, magistrato e professore universitario, sogna di essere come lui.

Annunci

Informazioni su alepeluso

Laureata in filosofia - Dottore di ricerca in Scienze bioetico-giuridiche - poeta - critico letterario - correttore di bozze - editor - edonista - alla ricerca continua della verità. Amante del sapere, della vita, della poesia.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...