I miei libri

POESIA:

Canto d’anima amante, Luca Pensa Editore, Lecce 2011;

copertina 1

Dall’introduzione di Vito Antonio Conte: “I versi che leggerete nascono da una profonda inquietudine, quella di chi sa: che la barbarie avanza ogni giorno in ogni spazio dell’umano vivere, che studio e titoli non garantiscono l’ingresso al mondo del lavoro, che la precarietà è una condizione sempre più stabile, che ogni esperienza fatta con dignità non evita di vedere calpestata la propria, che ogni energia non cambierà il mondo e comunque non smette di trovarci. Alessandra Peluso, liberando una parte di sé in una manciata di versi, ha disvelato il suo mondo. Tutt’intero. Questo è il miracolo della poesia (…) “.

Ritorno Sorgente, LietoColle, Como 2013.

Alessandra Peluso Ritorno sorgente copertinasito

Dall’introduzione di Stefano Donno: “La sua scrittura non rattrista, non immalinconisce, non è un lamento nella prospettiva tragica del proprio estrinsecarsi come fenomeno poetico. Alessandra Peluso non è interessata al pianto, ovvero all’abbandonico, al romantico che sovente in molta poesia contemporanea anche poco conosciuta, diviene il rimedio più ovvio per catturare il cuore del lettore… Ritorno Sorgente non ha nel suo dna scritturale nulla che possa anche lontanamente appartenere all’etimo tedesco “Sehnsucht” con il quale si indica un’atmosfera intrisa di struggimento (…) “.

SAGGI:

Happy different. Per una filosofia del benessere,  I Quaderni del Bardo Edizioni, Lecce 2015.

11664078_10207108452420136_54545480_o

Dall’introduzione del dr. Luigi Lanzolla: “In questo breve saggio ci viene indicata una possibilità, una via che, se pure difficile, può condurci per mano verso una serenità che non è rassegnazione e neanche soltanto accettazione dell’insulto o dell’evento negativo che ci ha colpito, ma è qualcosa di più (…) “.

 

Layout 1

Dall’introduzione di Giuliana Coppola: “La poesia cerca amanti non costringe nessuno ad amarla. … Una sfida? Una sfida coraggiosa e diversa, inaspettata; è un turismo incredibile quello che Alessandra propone; un turismo nelle strade della poesia che diventa turismo nelle strade dell’anima, dei sentimenti, della ragione, del cuore“.